L'Ecovillaggio

indice di pagina:

Un'idea diversa della casa, dell'energia, del vivere in mezzo alla natura e delle relazioni tra vicini di casa.
Finalmente si parte!

Dopo 9 mesi di lavoro, incontri con il Comune di Perugia e Gubbio, geologi, architetti, ingegneri, costruttori e persone interessate a comprare una casa antisismica con consumi energetici irrisori, siamo lieti di annunciarvi che siamo arrivati a far decollare il progetto.
Il progetto iniziale è stato profondamente modificato e ci sembra finalmente soddisfacente.

Dove
Umbria, comune di Perugia, una valle meravigliosa che si sviluppa lungo il corso di un piccolo torrente. Verde a perdita d'occhio, sulle colline. Boschi e oliveti. L'ecovillaggio ha intorno 40.000 mila mq di verde. Se non vi piace la vita bucolica non fa al caso vostro.
Il tutto si trova a 8 km dalla strada asfaltata, 12 dal tabaccaio, 14 dalla superstrada E45, 30 km da Umbertide, 40 da Perugia.

mappa dell'ecovillaggio

Case ecologiche
Le costruzioni saranno ecologiche, con isolamento termico, pannelli solari, impianto idrico duale, raccolta dell'acqua piovana eccetera... Ogni modulo comprende 2000 mq di giardino, di cui 50 a orto, 50 a frutteto, il resto olivi, prati pascoli e bosco.
Orti e frutteti avranno un comune sistema di irrigazione a goccia temporizzato. Ogni famiglia avrà quindi terreno sufficiente per i propri fabbisogni alimentari, che potrà usare direttamente o dare in gestione a un eventuale orticultore ricevendone in cambio parte del raccolto.

Condivisione di spazi e servizi (cohousing)
Chi compra avrà la comproprietà (stile condominio) di una serie di spazi comuni: lavanderia, sala giochi per bimbi, sala feste, laboratori per artigianato, piscina riscaldata coperta, piscina fredda, bar-ristorante-bazar con 8 camere da letto, impianto fotovoltaico, impianto eolico (se le misurazioni del vento daranno esito positivo), parco condominiale di 200.000 mq circa. Questa proprietà in percentuale sugli spazi comuni potrebbe rendere del denaro e così coprire tutte le spese condominiali, di riscaldamento (grazie anche a pannelli solari termici e fotovoltaici sul tetto delle case) e fornire forse addirittura un piccolo utile.
L'idea è di creare un sistema abitativo che non abbia costi di riscaldamento e di gestione generale e che possa fornire una serie ulteriore di risparmi. Ad esempio, non compro la lavatrice perché uso quella collettiva. Non mi serve la camera degli ospiti perché ho a disposizione una quota delle 8 camere di proprietà comune. Ovviamente ogni utilizzo verrà conteggiato per equità tra i condomini. Chi non utilizza i servizi disponibili ne trae un vantaggio economico, se non utilizzo la mia disponibilità di camere per gli ospiti e queste vengono affittate allora ottengo l'utile che da questo affitto deriva.

Quattro tipologie costruttive.
1 - Appartamenti in case tradizionali di pietra ristrutturate secondo i criteri della bioarchitettura.
2 - Case con seminterrato di cemento e sopraterra in lamellare di legno e strati isolanti, pareti ventilate intonacate e decorate da un gruppo di artisti.
3 - Case di costruzione moderna in cemento armato, mattoni antisismici e pannelli isolanti.
4 - Case composte di blocchi di paglia intonacati e bungalow di lamellare. Costruiti con criteri di alto isolamento termico offrono standard di confort altissimi a prezzi veramente economici.

casa ecologica

Prezzi
Sarà possibile finanziare l'acquisto della propria casa finita, o grezza, con un mutuo ipotecario di lunga durata a tassi fissi e ragionevoli.
Il costo degli appartamenti, andrà dai 2000 ai 2600 euro per ogni metro quadrato di casa, il prezzo varia a seconda delle soluzioni scelte. Il prezzo esatto lo possiamo determinare solo quando sappiamo quale appartamento scegli e che tipo di finiture desideri. La parte delle proprietà “condominiali” verrà acquistata versando una quota uguale per tutte le abitazioni di 25.000 euro.
Questi prezzi sono bloccati fino al 31 marzo 2010.
Il costo a mq comprende oltre alla costruzione in sé con pannelli solari fotovoltaici e termici e 2.000 mq di terreno, l’acquisto del terreno edificabile (250 euro a mq calpestabile), o delle strutture esistenti (nel caso di restauri) la progettazione, pratiche burocratiche, tasse (Bucalossi), miglioramento strade, riscaldamento centralizzato (con sistema di misurazione dei consumi individuali), sistema idrico centralizzato, sistemazione degli esterni e del verde, sistema fognario con impianto di fitodepurazione e riuso dell’acqua per l’irrigazione a goccia delle coltivazioni, sistema di raccolta delle acque piovane per rifornire i wc (impianti duali).
Attenzione, generalmente la metratura di un appartamento viene considerato comprensivo di terrazzi, portici, balconi, giardini, noi invece parliamo di metratura reale, con esclusione di terrazzi e spazi esterni perché ci sembra più trasparente e chiaro.
Per le case di paglia e i bungalow il prezzo dovrebbe essere più basso,  forniremo indicazioni più precise quando avremo i preventivi dettagliati.

Autocostruzione
Grazie all’aiuto essenziale di Banca Etica e alla disponibilità espressa dal nuovo sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali, avremo, inoltre,16 unità abitative in autocostruzione su un’area la cui destinazione urbanistica sarà modificata da agricola a “edilizia popolare”, quindi gli acquirenti compreranno terreno a costo agricolo e dovranno sostenere le sole spese per i materiali edilizi e la progettazione. Questa offerta è limitata però a quelle persone che si costruiscono la prima casa e hanno particolari requisiti di reddito specificati dal Comune di Perugia riguardo a chi ha il diritto di avere agevolazioni per la casa, cioè se guadagni 10.000 euro al mese non puoi ottenere l’agevolazione sull’edificabilità di un terreno.
E indispensabile che il gruppo degli autocostruttori si autoorganizzi.

Ti interessa? Entra subito in questo progetto.
Abbiamo diviso la realizzazione di questo progetto in 4 fasi temporali.
Da subito mettiamo in vendita tre gruppi di case esistenti, suddivise in 21 appartamenti dai 50 ai 100 mq con possibilità di intervenire nei progetti per modificare le metrature (questa possibilità si ha solo fino a gennaio 2010). Un primo gruppo di 8 appartamenti sarà pronto a primavera, un secondo gruppo di 12 abitazioni entro un anno. Altri due gruppi di case, da costruire ex novo, saranno pronte in tempi diversi, speriamo tutte entro tre anni.

Primo gruppo di 2 case e 2 annessi - Mulino.
Incredibilmente la chiamiamo Casa Mulino perché c’è un mulino.  Con due pale e due macine. E’ piccolissimo e molto antico, ad asse verticale, una tecnologia utilizzata, secondo la Storia della Tecnologia Boringhieri, fin dal 100 avanti Cristo e utilizzato in alcune aree depresse dell’Umbria e della Provenza fino agli anni ‘50. In effetti questo ha macinato farina fino agli anni ’50.
Nel medio evo era il mulino dei contrabbandieri che qui avevano anche la fornace della quale restano i muri perimetrali dietro la casa grande. Queste case si trovavano nella terra di nessuno tra Gubbio e Perugia, una zona senza legge. Si faceva la farina e si cuocevano i coppi e le tegole dei tetti che insieme al sale erano le merci più pesantemente tassate.
Oltre al mulino (volendo restaurabile in modo che funzioni…) c’è l’invaso che porta l’acqua (di mappa quindi ancora utilizzabile).
Ci sono poi uno stalletto restaurato e una casa ristrutturata, dall’altra parte del piccolo torrente una casa nuova.
Un ponte pedonale collegherà le due rive del torrente. La superficie realmente calpestabile complessiva è di circa 750 mq, suddivisi in 8 appartamenti di diverse metrature. Lo stalletto diventerà lavanderia collettiva e il mulino, attualmente una sala-laboratorio, resterà una struttura a disposizione di tutti (e di proprietà collettiva).
Queste case hanno bisogno di un miglioramento dell’efficienza energetica (isolamento termico sul tetto di 16 cm, nuovo impianto di pannelli solari termici) e di altre finiture che richiederanno sei mesi di lavori da quando avremo opzionato tutti gli appartamenti.
Si potranno avere tripli vetri con gas e altre finiture che aumentino l’efficienza termica.

ecovillaggio solare: le case

Contrada Oliveto
Si tratta dell’area con il maggior numero di case. Adesso c’è un rudere di casa con un paio di annessi, una casetta isolata e lo scheletro di una casa solare in costruzione che avrà il prato sul tetto e grandissime vetrate.
Tra queste strutture esistenti c’è un grande oliveto con zone a pascolo dove costruiremo circa 2.000 mq di casette in lamellare, intonacate e decorate con grandi dipinti, tutte in classe energetica A. Ci sarà una piazzetta col portico, una fontana e una torre a forma di testa di capra. Questa parte del progetto sarà realizzata con tempi più lunghi. Per ora abbiamo l’autorizzazione del piano regolatore, ipotizziamo 3 anni di tempo per costruire effettivamente le case ma si tratta solo di una stima.

La Casa Solare
Una costruzione che domina la valle con una vista che spazia per chilometri sopra un universo verde. La struttura della casa è in cemento armato e verrà finita con tamponature ad alta coibentazione, è su due piani con ampie porte finestre. Tetto praticabile con prato. Tutt’intono ci sono 2 ettari di tartufaia (nero bianchetto).  Richiede 8 mesi di lavori per essere ultimata e sarà suddivisa in 7 appartamenti di diversa metratura con isolamento ad alta efficienza.
Sono previsti tripli vetri con gas.

Casa Laghetto
Si trova quasi in cima alla collina, in un piccolo altopiano. Una casa grande, due piccole e un laghetto in mezzo agli alberi. Un luogo molto raccolto. Davanti alla casa realizzeremo un grande giardino. Le costruzioni misurano circa 530 mq, suddivisi in 6 appartamenti. Avranno un’altissima efficienza termica, sono compresi tripli vetri con gas.

Campeggio Vello d’Oro
Si racconta che da questo promontorio fu avvistato, tanto tempo fa un caprone d’oro che luccicava nella notte, doveva essere enorme visto che si trovava su quello che nelle mappe è indicato come “Montino del Tesoro”. E proprio su questa collina, a due passi da una fonte perenne, abbiamo la possibilità di costruire dei bungalow in legno lamellare altamente coibentato e con altre tecnologie come la costruzione di “case di paglia” (rete da pollaio, calce e cemento, sono solide come case in cemento armato, hanno un’efficienza termica spaventosa e costano pochissimo). Questa parte del progetto richiederà almeno 3 anni per la realizzazione e per ora non siamo in grado di dare altre informazioni.

Vuoi comprare subito?
Se queste proposte ti possono interessare mandaci il tuo indirizzo con la descrizione delle tue preferenze.
Se ti interessa una delle soluzioni immediatamente disponibili scrivici o telefonaci allo 0759229913.
Puoi venire a visitare l’Ecovillaggio Solare quando vuoi, una persona ti accompagnerà. Se l’acquisto ti interessa puoi scegliere l’appartamento che preferisci e bloccarlo versando un deposito, come prenotazione, di 5000 euro (restituibili).
Questo versamento ci è necessario come segnale di reale interesse e verrà restituito integralmente a richiesta.
Appena raggiungiamo un numero sufficiente di acquirenti, ti presentiamo un contratto che definisce esattamente tutte le caratteristiche tecniche dell’appartamento, dettagliate (tipo di piastrelle, infissi, isolamento, sanitari ecc.) regolamento condominiale, tipologia e dimensioni degli spazi in comproprietà (ripeto che ognuno ha il suo appartamento ma è ANCHE proprietario di una quota delle proprietà condominiali).
A questo punto, vista la proposta definitiva e dettagliata la valuti e se la cosa non ti interessa più ti restituiamo i soldi e amici come prima. Se ancora ti interessa andiamo dal notaio, facciamo il compromesso e iniziamo i lavori. Puoi pagare in contati via via che i lavori vengono ultimati e stipulare il rogito alla consegna dell’appartamento, oppure puoi comprare una quota di una cooperativa e pagare in modo ratealizzato con un affitto a riscatto. Quando avrai terminato di pagare il costo della casa farai l’atto di acquisto. Questa parte finanziaria verrà curata da Banca Etica che potrà anche proporre mutui a lungo termine e a tassi equi.

La filosofia del progetto: niente di ideologico. Sostanzialmente ognuno si compra la propria casa e ne è sovrano. Le uniche regole saranno quelle del vivere civile e del mutuo rispetto. Il pieno potere su tutte le decisioni sarà degli abitanti, esattamente come accade in un condominio. Questo apre una serie di possibilità di sinergie e collaborazioni, ma si tratta di possibilità che dovranno essere mutualmente condivise, non di obblighi.

Per sapere esattamente cosa compri
La nostra preoccupazione è che le persone che aderiscono al progetto siano ben consce di cosa si intende costruire e come. E’ utile che si conoscano i termini della proposta, le caratteristiche delle abitazioni e i principi generali dell’impresa. Quindi proponiamo programmato degli incontri, durante i quali, oltre a una visita approfondita all’ecovillaggio Solare, si terranno una serie di conferenze sui seguenti argomenti:

  • Bioarchitettura
  • Efficienza energetica
  • Isolamento termico
  • Sistemi di riscaldamento
  • Pannelli solari e pale eoliche
  • Depurazione delle acque

Si svolgeranno, inoltre, delle visite guidate alle costruzioni ad alta efficienza energetica, agli impianti di pannelli solari, all’impianto di fitodepurazione e agli impianti di riscaldamento realizzati.
Il prossimo incontro sarà il 29-31 gennaio 2010. Il costo della partecipazione a questi work shop è di euro 200 per una persona, 300 euro per due persone, comprensivi di due giorni di pensione completa in camere a due letti (dalla cena del venerdì al pranzo di domenica, inizio delle presentazioni venerdì ore 21,30 per prenotare 0759229911-38-39).

Chi realizzerà l’Ecovillaggio Solare? (E’ possibile un’acquisto sicuro?)
Il progetto verrà realizzato con l’assistenza e la supervisione di Banca Etica attraverso un consorzio di costruzioni. Le proprietà collettive verranno gestite da una cooperativa di cui faranno parte tutti gli acquirenti in virtù della quota sociale versata per l’acquisto di una frazione delle proprietà collettive.
Inoltre verranno fornite spiegazioni nel dettaglio sulle scelte tecniche, le caratteristiche dei materiali e il funzionamento dei vari sistemi di gestione (calore, elettricità, acqua, fogne, irrigazione agricola).
Si potranno anche ottenere nel dettaglio informazioni sulle validazioni del progetto.
Infatti questo ecovillaggio è unico anche per il metodo scelto nella sua costruzione. A partire dal bilancio dell’impresa che è validato da Banca Etica per dare a tutti la sicurezza di un acquisto a un prezzo realmente equo. Banca Etica, attraverso la sua partecipazione al consorzio che gestisce la costruzione è supervisore del progetto.
Sergio Los e Natascia Pulizer, che hanno 30 anni di esperienza nella bio architettura hanno curato l’analisi del territorio e la progettazione, applicando criteri architettonici e termici adattati al reale clima della zona.
Il professor Maurizio Fauri dell’università di Trento ha realizzato le verifiche dal punto di vista dell’efficienza energetica.
I materiali di costruzione sono stati supervisionati dal punto di vista dell’atossicità dalla Conal di Milano, sotto la direzione del dottor Corrado Giannone. Tutte le scelte sono state inoltre vagliate anche dal gruppo di lavoro della Libera Università di Alcatraz che ha 30 anni di esperienza in costruzioni e ristrutturazioni.
Le ditte che gestiranno l’impresa dal punto di vista costruttivo sono Service Legno e Safra con le quali abbiamo già realizzato opere notevoli e quindi riscuotono la nostra fiducia.
L’Ecovillaggio Solare avrà il marchio di qualità Energia Arcobaleno.

Chi gestirà le strutture condominiali dell’Ecovillaggio Solare?
La cooperativa che raccoglie l’insieme dei proprietari darà mandato a una società o una cooperativa esterna di gestire le strutture possedute collettivamente (“condominiali”) con un apposito contratto che prevede la rescissione del mandato se non sono ottemperate clausole di efficienza e gradimento del servizio. Ovviamente alcuni proprietari possono proporsi come gestori dei servizi collettivi ma questa proposta deve incontrare il gradimento della maggioranza dei proprietari ed essere contrattata direttamente con l’assemblea dei proprietari stessi.

FAQ
ABITAZIONI MISURE.

Prevediamo abitazioni di misura diversa a seconda delle esigenze di chi compra.
CONNESSIONE AD ALTA VELOCITA'

Telecom ha già montato un ripetitore con 26 linee ad alta velocità. In alternativa c'è copertura per il segnale wireless offerto da un'azienda specializzata.
DISTANZE

L'ospedale, un cinema, un teatro e alcune scuole superiori si trovano a Umbertide, meno di trenta km, senza un solo semaforo. Ospedale regionale a Perugia (il più vicino)  è a 45 km circa, quasi tutta superstrada a 4 corsie. A Perugia si trovano anche tutte le scuole superiori e molte facoltà universitarie oltre a notevoli biblioteche.
Scuole elementari e medie, banca, supermarket, farmacia, veterinario, consorzio agrario, distributore, edicola, tabaccheria, parrucchiere, ristoranti, pizzerie, tennis, campo di calcio, palazzetto sportivo locale, casa del popolo, entro una quindicina di chilometri o poco più.

CLIMA

Il clima è collinare, raramente c'è nebbia, che sta più bassa e tu vedi un mare di nuvole come nelle stampe giapponesi.
ACQUA

Stiamo chiedendo l’allaccio alla rete idrica. Abbiamo valutato però  sia meglio costruire anche un invaso dove accumulare l'acqua per la stagione secca e poi potabilizzarla con un filtro a caduta in sabbia e carbone. L'uso di acqua piovana, clorata ma non potabile, per gli scarichi dei wc dovrebbe dimezzare i consumi idrici. Il riutilizzo dell'acqua degli scarichi dovrebbe poi, grazie a un sistema di fitodepurazione, fornire irrigazione per l'agricoltura.
PIAZZETTA

Nel plastico, al centro della Contrada Oliveto, si vede un portico, ci sono anche panchine e una fontana. Via via che il progetto procederà pubblicheremo disegni dettagliati.
SPAZIO UFFICIO COLLETTIVO
Abbiamo previsto alcune sale che gli abitanti decideranno come organizzare. Questa parte della progettazione la si vedrà insieme negli incontri che organizzeremo così da creare una progettazione condivisa.
PARCHEGGI
Condivido le preoccupazioni.
Nella foto del plastico si vede a destra la strada d'ingresso. Subito ci sono dei parcheggi. Altri sono previsti sulla sinistra in alto per dare accesso alle case più alte.
Le stradine interne comunque dovranno essere di larghezza sufficiente al transito delle auto per traslochi e simili.
Abbiamo previsto la possibilità di avere auto elettriche collettive all'interno... Ma poi bisogna ricordarsi di riportarle al parcheggio... Ci si riuscirà?
Comunque su questo punto bisognerà poi vedere cosa penseranno gli abitanti dell'ecovilaggio dopo una settimana di pioggia.

Video informativo sull'ecovillaggio